Vivere in Positivo

Membro Organizzativo della Association for Coaching, Italy.

MAESTRI SPIRITUALI DAL MONDO

Informazioni

MAESTRI SPIRITUALI DAL MONDO

La saggezza dei grandi maestri illuminati, che con la loro testimonianza ed i loro insegnamenti ci conducono alla liberazione dalla nostra condizione meramente umana e ci mostrano nuove visioni riguardo a conoscenza e consapevolezza.

Membri: 177
Attività più recente: 8 Set 2016

MAESTRI SPIRITUALI DAL MONDO - SPIRITUAL TEACHERS FROM THE WORLD

Neale Donald Walsch

 

Neale Donald Walsch è un messaggero spirituale del giorno d’oggi, nonché autore dell’innovativa serie in tre volumi Conversazioni con Dio, che ha battuto tutti i record di vendita nell’elenco dei best seller del New York Times.

Neale ha pubblicato ventidue libri, anche sotto forma di programmi audio e video, e gira tutto il mondo portando il suo messaggio di nuova spiritualità.
Lo si può contattare attraverso il suo sito www.nealedonaldwalsch.com


Thich Nhat Hanh, monaco zen vietnamita, poeta e costruttore di pace, è oggi insieme al Dalai Lama una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo.
Nato in Vietnam centrale nel 1926, ordinato monaco all’età di 16 anni, ha operato fin dalla sua giovinezza affinché il buddhismo portasse pace, riconciliazione e fratellanza nella società.

Nel 1964, durante la guerra in Vietnam, ha dato vita a uno dei movimenti di resistenza nonviolenta più significativi del secolo, i Piccoli Corpi di Pace: gruppi di laici e monaci che si recavano nelle campagne per creare scuole, ospedali e per ricostruire i villaggi bombardati, subendo attacchi da entrambi i contendenti, che li ritenevano alleati del proprio nemico.

Nel 1967, mentre si trovava negli Stati Uniti, è stato candidato al Nobel per la pace da Martin Luther King, che dopo averlo incontrato ha preso posizione pubblicamente contro la guerra in Vietnam. Due anni dopo, già costretto all’esilio, ha dato vita alla Delegazione di Pace Buddhista, che ha partecipato alle trattative di pace di Parigi.

 

( tratto da www.esserepace.org )

 

 

Forum di discussione

Le parole hanno potere 6 Risposte 

Traduzione del post: Words Have PowerTraduzione di Laura A.(Premessa di chi traduce: in questo post Marianne Williamson fa riferimento ai fatti avvenuti a Tucson l’8 gennaio scorso, dove, Jared Loughner, un ventiduenne che sembra avesse sviluppato…Continua

Iniziata da Domenica. Ultima risposta di Adriana De luca 9 Set 2012.

La pazienza e la tolleranza sono la forza della vita! 2 Risposte 

Questa settimana sii paziente e vivi nella serenità....Questa settimana sii tollerante e riceverai solo gioie....Questi giorni fa che si riempino dellla pazienza e della tolleranza verso ogni cosa e verso gli altri e vedrai crescere l'amore nel tuo…Continua

Iniziata da Adriana De luca. Ultima risposta di Adriana De luca 9 Set 2012.

Il potere delle parole è solo uno l'amore 2 Risposte 

Un gesto fatto con il cuore è la ricchezza che inseguiamo tutta la vita....Il silenzio è il dizionario delle risposte.....L'amore è il libro delle risposte ai nostri perchè.....Con amore Il diario di Ad!  Continua

Iniziata da Adriana De luca. Ultima risposta di Adriana De luca 29 Ago 2012.

Spazio commenti

Commento

Devi essere membro di MAESTRI SPIRITUALI DAL MONDO per aggiungere commenti!

Commento da Domenica su 10 Maggio 2016 a 22:06

Tu non devi seguire nessuno.
Certo, devi comprendere, ascoltare, imparare,
restare aperto, ma segui solo la tua spontaneità.
Segui il tuo essere.

E aiuta la gente a essere se stessa.
Nello stesso modo in cui, nel mio giardino, io aiuto le mie rose
a essere rose e i fiori di loto a essere fiori di loto.

Io non cerco di far diventare la rosa un fiore di loto,
il mondo è ricco perché c’è varietà.
Sarebbe orribile se crescessero solo rose…
esistono migliaia di fiori
e il mondo e’ meraviglioso.

Allo stesso modo,
ogni persona deve essere autenticamente se stessa,
totalmente e unicamente se stessa.

Osho, La danza della luce e delle ombre

Commento da Domenica su 7 Maggio 2016 a 23:57

Ogni giorno sia un giorno di ringraziamento per i doni della vita: la luce del sole, l’acqua, i dolci frutti…
Colui che possiede tutto non ha bisogno dei nostri ringraziamenti, seppure sinceri, ma quando gli siamo grati la nostra attenzione si concentra, con nostro sommo beneficio, sulla grandiosa fonte di tutte le cose.

Paramhansa Yogananda – Verso la realizzazione del sé

Commento da Domenica su 2 Maggio 2016 a 23:44

La compassione è sempre terapeutica

La compassione è sempre terapeutica, qualunque il vostro livello, che vi aiuta. La compassione è l’amore purificato – tanto che è sufficiente dare e non chiedere nulla in cambio. Buddha diceva ai suoi discepoli: “Dopo ogni meditazione, sii compassionevole – immediatamente – perché quando si medita, cresce l’amore, il cuore è pieno. Dopo ogni meditazione, prova compassione per il mondo intero in modo da condividere il tuo amore e si rilascia l’energia nell’atmosfera e che l’energia può essere utilizzato da altri. “

Vorrei anche dire che a voi: Dopo ogni meditazione, quando si sta celebrando, avere compassione. Sento che la vostra energia dovrebbe andare ad aiutare le persone in qualsiasi modo ne hanno bisogno. Basta rilasciare! Vi sarà alleggerito, vi sentirete molto rilassata, ti sentirai molto calmo e tranquillo, e le vibrazioni che hanno pubblicato aiuterà molti. Terminate le vostre meditazioni sempre con compassione. E la compassione è incondizionata. Non si può avere compassione solo per coloro che sono amichevoli verso di voi, solo per coloro che sono legati a voi.

E ‘successo in Cina: Quando Bodhidharma andò in Cina, un uomo venne da lui. Ha detto, “ho seguito i tuoi insegnamenti: medito e poi mi sento compassione per tutto l’universo – non solo per gli uomini, ma per gli animali, per le rocce e fiumi anche.
Ma c’è un problema: non riesco a provare compassione per il mio prossimo. No – è impossibile! Quindi la prego di dirmi: posso escludere dal mio vicino di casa mia compassione? I includono l’intera esistenza, conosciuta, sconosciuta, ma posso escludere il mio prossimo? – Perché è molto difficile, impossibile. Non riesco a provare compassione per lui. “

Bodhidharma disse: “Allora dimenticare la meditazione, perché, se esclude la compassione qualcuno, allora non è più lì.”
La compassione è all-inclusive – intrinsecamente all-inclusive. Quindi, se non si riesce a provare compassione per il prossimo ~~~V poi dimenticare tutto meditazione – perché non ha nulla a che fare con qualcuno in particolare. Ha qualcosa a che fare con il vostro stato interiore. Essere compassione! incondizionatamente, senza direzione, senza indirizzo. Poi si diventa una forza di guarigione in questo mondo di miseria.

Gesù dice: “Ama il prossimo tuo come te stesso” – ancora e ancora. E dice anche: “Ama il tuo nemico come te stesso.” E se si analizza entrambe le frasi, si verrà a scoprire che il prossimo e il nemico è quasi sempre la stessa persona. “Ama il prossimo tuo come te stesso” e “Ama il tuo nemico come te stesso.” Che cosa vuol dire?

Vuol dire semplicemente: non hanno ostacoli per la vostra compassione, per il tuo amore. Come ami te stesso, ama l’intera esistenza – perché in ultima analisi l’intera esistenza è te stesso. Vi è – riflette in molti specchi. Sei tu – non è separato da voi.

Il tuo prossimo è solo una forma di voi, il vostro nemico è anche una forma di voi. Tutto ciò che si incontra, ci si imbatte in voi stessi. Non si può riconoscere, perché non siete molto attenti, potreste non essere in grado di vedere al posto degli altri, ma poi qualcosa non va con la tua visione, c’è qualcosa di sbagliato con i vostri occhi. La compassione è terapeutica.

Osho

Commento da Domenica su 2 Maggio 2016 a 23:38

Traduzione di Laura A.del post:

Where are you going?

Dove state andando?

Lasciate che l'Universo sia il vostro agente di viaggio.

di Sonia Choquette

Fidatevi che le vostre sensazioni vi mostreranno la strada.

L'Universo è impostato per guidarci a fluire verso il bene più grande a livello dell’anima. L'accordo è che noi dobbiamo sapere che tipo di esperienze vogliamo avere sul nostro cammino e l'Universo, come se fosse la nostra fantastica agenzia di viaggi “Universal”, creerà il collegamento per arrivare là. Noi impostiamo la nostra intenzione. L'Universo imposta la strada. E 'importante sapere che l'intuizione, però, supporta solo le nostre intenzioni più autentiche e spiritualmente allineate; lo spirito può viaggiare alla velocità dell’amore. L'ego, invece, non è il benvenuto in questo viaggio.

L'universo ci invia le indicazioni attraverso la nostra intuizione, e noi le riceviamo attraverso una voce interiore, un piccolo strappo nel cuore, una sensazione, una vibrazione, un profondo pensiero interiore, un sentimento, un sottile sapere, o una speciale energia che ci orienta lungo tutta la strada. Ognuno di noi sente questa intuizione in un modo diverso, e, poichè è così sottile, può essere sfuggente. Tuttavia, se prestiamo attenzione, possiamo sentire che tutto, al centro dei nostri cuori, scorre nelle nostre vene e nelle ossa, come un profondo e innato sistema di orientamento legato a Dio.

L’intuizione può essere difficile da descrivere, ma non è difficile da sentire. Basta che vi concentriate sul punto centrale del vostro cuore. Come una sottile luce lampeggiante, quando la notate e seguite i suoi segnali, vi sentite soddisfatti, calmi, tranquilli, certi, contenti, sicuri di voi stessi, e, soprattutto, allineati con il vostro sé autentico. Ignorando questo richiamo basato sul cuore vi sentite inquieti, ansiosi, irrequieti, turbati, e non del tutto voi stessi. Per sentire la vibrazione del vostro cuore, respirate profondamente, calmate i vostri pensieri per un momento, mettete la mano sul cuore e ascoltate i suoi battiti. Il battito è così lieve che potreste dubitare che ciò che sentite è reale. Invece no. E’ reale.

(fine prima parte)
Commento da Domenica su 2 Maggio 2016 a 23:37

(Seconda parte)

Concedetevi un giorno intero in cui vi fate guidare dal vostro intuito. Durante il giorno, ogni volta che siete di fronte ad una decisione o a una domanda o ad una scelta, mettete la mano sul cuore e dite ad alta voce: "Il mio intuito dice. . . , "E poi rispondete a voce alta.

Quindi, seguite la risposta che il vostro intuito vi ha dato. Ad esempio, potreste chiedere come andare al lavoro in modo più veloce. Mettete la mano sul cuore, e chiedete al vostro intuito di guidarvi. Potrebbe dire: “Prendi il treno oggi”, anche se in genere andate in macchina. Per quel giorno, andate avanti così e prendete i mezzi pubblici. Facendolo, potreste scoprire che vi risparmiate un bel po’ di traffico e che arrivate dritti e veloci al lavoro. Sia che ne abbiate la certezza, sia che non ce l’abbiate (e probabilmente non l’avrete), seguite comunque le vostre sensazioni. Fate un divertimento del seguire il vostro intuito completamente per tutto il giorno. Siate aperti a tutto ciò che di sorprendente può accadere.

Se siamo viaggiatori e il nostro corpo è il nostro veicolo, la nostra intuizione è il segnale radio lungo il percorso o il radar sul quadro degli strumenti che ci tiene in pista. Non possiamo viaggiare alla velocità dell’amore senza di essa, perché ci perderemo. Se siamo in cammino, l’intuizione mormora lungo tutto il percorso senza problemi e noi, quando andiamo, ci sentiamo a nostro agio, nel flusso, onesti e in pace con noi stessi e con l'Universo.

Se siamo fuori rotta e fuori allineamento con il nostro sé autentico, tuttavia, il radar comincia a suonare, provocando tensioni nel nostro cuore, nel nostro petto, nella parte posteriore del nostro collo, nel nostro stomaco, e in tutto il nostro sistema nervoso, lasciandoci una sensazione di incertezza e instabilità, come se avessimo "le formiche nei pantaloni", per così dire. Questo sentimento è la nostra indicazione che ci siamo allontanati dalla nostra vera intenzione e che dobbiamo riesaminare la direzione in cui stiamo andando per tornare in pista.

Quando iniziamo a deviare dal nostro cammino, la vibrazione che ci mette in guardia è sottile. Quando andiamo ulteriormente alla deriva, l’allarme diventa più forte ed energico. Sta a noi prestare attenzione al nostro mondo interiore e notare se siamo in pace e a nostro agio con le nostre scelte o no, rivalutare il tutto ed essere disposti a fare i cambiamenti necessari per tornare nel binario del nostro sé più autentico .

I segnali non sono così difficili da leggere. "Sensazioni piacevoli" significano che siamo nel flusso. "Brutte sensazioni" significano che siamo alla deriva. Tutto quello che dobbiamo fare è prestare attenzione alle nostre sensazioni, avere fiducia in loro e seguirle.

Sonia Choquette

Commento da Domenica su 2 Maggio 2016 a 23:37

Amore

Una brezza estiva può essere molto rinfrescante, ma se cerchiamo di metterla in un barattolo di latta in modo che possiamo avere interamente a noi stessi, la brezza morirà. Il nostro amato è lo stesso. Egli è come una brezza, una nuvola, un fiore. Se lo imprigionano in un barattolo di latta, morirà. Eppure molte persone fanno proprio questo. Rubano il loro amato della sua libertà, fino a quando non può più essere se stesso. Vivono per soddisfare se stessi e usano il loro amato per aiutarli ad adempiere questo. Questo non è amore, ma distrugge.

Thich Nhat Hanh, Insegnamenti sull’amore

Commento da Domenica su 29 Aprile 2016 a 0:02

Scegli la felicità e poi guarda cosa succede.
Scegli l’estasi, e guarda cosa succede.
Scegli di essere beato, e guarda cosa succede.
La tua vita cambierà immediatamente e vedrai miracoli accadere intorno a te… perché ora hai creato l’effetto e le cause dovranno seguire.
Sembra una magia.

Osho – La mia via – La via delle nuvole bianche

Commento da Domenica su 28 Aprile 2016 a 23:57

Bisogna coltivare l'abitudine di intrattenersi quietamente con Dio dentro di noi, in modo che questo stato di coscienza resti immutato, giorno e notte.
Vale la pena impegnarsi perché vivere nella consapevolezza di Dio significa essere finalmente liberi dalla schiavitù della malattia, della sofferenza e della paura.
Siate con Dio: questo basta, perché essere con lui è l'essenza stessa e l'unico scopo della vita.
Se il devoto prende la risoluzione di non andare mai a dormire la sera senza aver prima meditato e sentito la presenza di Dio, la sua vita sarà colma di una felicità che supera ogni aspettativa. E un compito impegnativo, ma questo impegno trasformerà il devoto in un re che governa il regno della pace e della gioia.


Paramhansa Yogananda – Lo yoga di Gesù

Commento da Domenica su 20 Aprile 2016 a 10:11

Un uomo che conosce se stesso non è mai disturbato da quello che la gente pensa di lui. E' l'uomo che non conosce se stesso che è sempre preoccupato dell'opinione che gli altri hanno di lui.


Osho

Commento da Domenica su 20 Aprile 2016 a 10:02

Se pensi alla strada che devi percorrere
ti trovi tremendamente a disagio
e la vita diventa troppo complicata.
Se smetti di pensare
e cominci invece a camminare,
il tuo fardello si alleggerisce
e inizi a intuire il tuo percorso,
a scoprire una tua "visione".


Osho

 

Membri (177)

 
 
 

SCUOLA del Vivere in Positivo

PER INFO CHIAMARE IL 334/3238702
oppure inviare richiesta a viverepositivo@yahoo.it

Membro Organizzativo della Association for Coaching, Italy una delle due maggiori Associazioni di settore a livello internazionale che riunisce oltre 5000 Coach in tutto il mondo in 48 Paesi


Per info viverepositivo@yahoo.it

Contatti 334/3238702

Il Blog di Judith Faulkner

Blog di Judith Faulkner
Powered by Conduit Mobile

Blog di Judith Faulkner

Guest House"La dolce villa"

Clicca sul LinkInserzioni pubblicitarieInserisci un tuo banner nel sito Vivere Positivo

Per  informazioni

cell.
334/3238702

oppure invia una email a:


viverepositivo@yahoo.itSei appassionato/a di Giappone e Culture Orientali?

Vuoi imparare il Giapponese?

Visita allora il sito:

www.SakuraMagazine.com




Cicli Zarma   è un marchio che firma uno stile di vita sportiva all’insegna di un’attività svolta con passione, determinazione


 E’ ITALIANISSIMA.

Cicli Zarma….un marchio che vive dal 1927 ci puoi trovare in:via Roma,185

35027 - Noventa Padovana

PADOVATel. 049.625184

Fax 049.8932360

© 2017   Creato da Domenica.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio