Vivere in Positivo

Membro Organizzativo della Association for Coaching, Italy.

Scuola di Reiki - Vivere in Positivo

Informazioni

Scuola di Reiki - Vivere in Positivo

Scuola di Reiki - Vivere in Positivo

1  - 2  Livello  Reiki Metodo Usui

Master Reiki

Scuola del Vivere in Positivo

Reiki Master Judith Faulkner

Sito web: http://viverepositivo.com
Luogo: Lungotevere della Vittoria n. 1 Roma
Membri: 190
Attività più recente: 17 Ott 2016

LA MIA ESPERIENZA PERSONALE SUL REIKI


Descrivere l'esperienza Reiki in due righe non lo è.
Quando una persona prova un'esperienza importante e desidera parlarne, condividerla con altri, desidera anche che gli altri capiscano.

Ho deciso di imparare e iniziare a praticare Reiki insieme ad una persona molto importante.
Quando l'ho conosciuta ho scoperto che siamo in sintonia su parecchie cose, e in ciò che riguarda la spiritualità abbiamo una visione che ci accomuna.

Con il Reiki mi sono immersa in un’atmosfera calma che mi ha messo subito a mio agio e la sensazione e piacere di essere molto vicino a me stessa.

Ogni volta che pratico Reiki è come se mi stessi facendo un “regalo”
E praticarlo agli altri lo è ancora di più.

Apprendere Reiki, arrivare a sentire fluire Reiki attraverso me, attraverso le mie mani o dalle mani di chi lo pratica su di me, mi ha resa sicuramente più serena, più positiva, mi fa stare bene e in equilibrio con tutto.

Non c'è una persona a cui non lo consiglierei.

E' un'esperienza che fa stare bene con se stessi e con gli altri.
La prima sensazione che mi ha dato ricevere il primo livello di Reiki e stata quella di vedere più limpido, tutto più chiaro e più facile, più spensierato e più coraggioso.
Mi ha dato equilibrio interiore e la consapevolezza dell'essere una persona viva.
Mi ha insegnato come prima cosa che il Reiki è quanto di più buono che esista nell' universo e non chiede nulla in cambio.

Reiki ci porta al silenzio delle parole, dei gesti, degli atti della mente, perché possiamo essere in grado di ascoltare e sentire il pulsare dell'Universo in noi.

Reiki é un'energia dolce, é il viaggio in sé, il modo come camminiamo,
la nostra accettazione rispetto a tutto quanto ci offre la vita.

Dopo essere stata toccata dall'iniziazione al Reiki, guardo ogni problema, ogni ostacolo, come una opportunità di crescita e meravigliosa trasformazione.

E' un onore per me ricevere Reiki e praticare Reiki,
essere a disposizione trasmetterlo ad altre persone,
con responsabilità e sopratutto, umiltà, nello stesso modo come mi é stato trasmesso dalla mia Maestra e prima dai Maestri.

Questo è uno dei motivi per cui ho accettato di condividere sul Club la mia esperienza e con dei buoni compagni è decisamente più facile.

Un’esperienza Unica per me!
Grazie.
Domenica
p style="text-align: left;">

 

Reiki has been known and used, under many names, for thousands of years in the East but was kept as a closely guarded secret and virtually lost until the beginning of the 20th century, when a Japanese man called Mikao Usui re-discovered it.

Mikao Usui was born on August 15th, 1865, in the village of Yago. He was a, simple and humble person, physically healthy and well-proportioned. He never showed off and always had a smile on his face; he was also very courageous in the face of adversity. He was, at the same time, a very cautious person. He was a very talented student and travelled to several Western countries and China to study. He loved to read, and his knowledge of medicine, psychology, fortune telling and theology of religions around the world was vast. (It is also believed that he was well versed in Ki Ko, the Japanese form of Chi Kung). It is unlikely that he was ever a Christian, as taught by Hawayo Takata, but he did study Tendai, Shingon, Mikkyo and Zen Buddhism.

At one point he did run into some bad luck (possibly a failed business venture) but he did not give up and trained himself arduously. In order to sort out his life he went to Mount Kurama, on a 21-day retreat to fast and meditate. It was at the end of this period that he felt the great Reiki energy over his head, which lead to the Reiki healing system. He first used Reiki on himself, then tried it on his family. Since it worked well for various ailments, he decided to share this knowledge with the public at large. He opened a clinic at Harajuku, Tokyo, in April 1922, where he not only gave treatment to many patients but also hosted workshops to spread his knowledge. Following the Kanto earthquake, in 1923, Usui took Reiki to the devastated city and treated hundreds of the survivors. He became so popular that he had to open a new clinic at Nakano, in February 1925. He died from a stroke, in Fukuyama, on March 9th, 1926.


MusicPlaylistRingtones
Create a playlist at MixPod.com

Spazio commenti

Commento

Devi essere membro di Scuola di Reiki - Vivere in Positivo per aggiungere commenti!

Commento da Domenica su 21 Settembre 2008 a 13:53
Quando applicare Reiki?

* Ansie e angoscie.
* Problemi dovuti allo stress e alla tensione.
* Come accompagnamento a tutte le terapie farmacologiche,
radioterapie e chemioterapie.
* Disagi di natura emotiva.
* Disturbi nei neonati.
* Iperattività.
* Difficoltà di apprendimento.
* Disturbi da stress post-traumatico.
* Problemi del sonno.
* Emicrania e mal di testa.
* Dolori articolari.
* Disturbi di coordinazione motorie.
* Stanchezza cronica.
* Disturbi del sistema nervoso.
* Reiki può essere usato da tutti per l'autotrattamento o come trattamento
Commento da Domenica su 8 Settembre 2008 a 2:19
Commento da Lunas su 3 Settembre 2008 a 22:11
Domenica che bello leggere la tua esperienza..... e come l'hai descritta.... e quello che credo abbiano provato tutti quelli che come te come me hanno provato avvicinandosi al reiki....non sono capace a descrivere tutte le sensazioni e le emozioni provate ma parafrasandoti dico "possiamo essere in grado di
ascoltare e sentire il pulsare dell'Universo in noi.".....grazie mille volte grazie perchè leggerti mi ha fatto rivivere la mia prima esperienza reiki ....ciao Lunas
Commento da Domenica su 26 Agosto 2008 a 17:00
Grazie per la "Super"
Reiki è un metodo naturale e più efficace da noi conosciuto e avviene tramite la trasmissione dell'Energia Vitale Universale.
Quando una persona uomo o donna viene aperto a questo "flusso" come canale del Reiki, da quel momento scorrerà Energia e si trasmette attraverso le mani e sarà con te per tutta la vita.
Reiki non si dimentica... si ama.....
Reiki trasmette Luce, Amore e Pace in noi stessi.

Posso dirti che il Reiki è semplicemente la sana consapevolezza della propria energia interna, nostra di diritto sin dalla nascita, e utilizzata per la vita con l'intento di raggiungere una grande armonizzazione interiore, un benessere fisico e mentale.
Praticandolo ci rende più vivi, energetici, e sopratutto Positivi, lasciando che la nostra energia diventi un tutt'uno con l'Universo.
Si può applicare Reiki anche a chi non crede a questo metodo.... e a volte può succedere che non senti nulla oppure te senti "Calore" e chi lo applica no... ma il flusso energetico comunque è arrivato.

Tutti possono iniziare il Corso di Reiki.... e seguire i 3 livelli Reiki... finoa diventarne Reiki Master...... andando sempre da persone che sono Reiki Master..... e non "ciarlatani".... Reiki è importante per chi lo fa e per chi lo riceve.....
Riprova.... vedrai...non so chi ti ha trasmesso Reiki.... ma anche se non hai sentito nulla... Reiki è entrato dentro di te.
Spero di esserti stata di aiuto.
A presto Domenica
Commento da Domenica su 25 Agosto 2008 a 12:54
Questo video è stato segnalato da Layonel.... Grazie. Domenica
Commento da Eliseo su 25 Agosto 2008 a 12:03
Ho conosciuto il Reiki un po' di tempo fa, mi hanno fatto diversi trattamenti, poi l'anno scorso una mia amica me ne parlò in modo approfondito e mi operò su i miei chakra.
Poi meno di 2 mesi fa ho conosciuto una brava master di Reiki, di cui sono diventato amico e ho preso il primo livello diventando operatore.
Commento da Domenica su 24 Agosto 2008 a 15:54
Punti del Chakra

I flussi di energia che compongono i nostri corpi creano, incrociandosi, dei veri e propri centri energetici, chiamati comunemente Chakra. La parola "chakra" deriva da un vocabolo sanscritto che significa "ruota" e che indica il continuo ruotare di questi centri di energia nei nostri corpi sottili. Mentre il numero totale dei centri energetici è altissimo (alcuni antichi testi orientali ne distinguono più di diecimila) a noi interessano soltanto i sette Chakra Maggiori, i quali sono situati lungo l'asse centrale del corpo umano nella parte che va dalla base della spina dorsale fino a poco oltre la testa.
Commento da Domenica su 24 Agosto 2008 a 15:49
Cosa sono i Chakra

I chakra sono dei vortici di energia che hanno la funzione di assorbire l’energia universale per alimentare i vari livelli del campo energetico, collegarli con il corpo fisico, e rilasciare energia all'esterno.
Chakra è una parola sanscrita, appartenente all'antichissima India, con diverse traduzioni che rimandano sempre al significato di una "forma circolare" : cerchio, ruota, vortice, o movimento energetico che si allarga a spirale Bindhu, ossia punto da cui tutto parte e a cui tutto torna.
I chakra vengono anche chiamati Padma, cioè loto, spesso infatti sono rappresentati come fiori di loto chiusi, semichiusi, o aperti, con differenti numeri di petali che aumentano mano a mano che salgono verso l'alto, e che possono essere rivolti verso il basso, cioè verso la Terra, o verso l'alto, cioè verso il Cielo, a secondo il livello di coscienza raggiunto dalla persona che li riscopre e di conseguenza agisce.
Quando il chakra è aperto, l'energia fluisce liberamente penetrando tutti gli strati dell'aura, quando invece il chakra è chiuso, o bloccato, l'energia trova un ostacolo e non penetra: in quel punto avremo uno squilibrio a livello fisico, o a livello mentale e spirituale, o addirittura anche ad entrambi.
Il loro buon funzionamento è assai importante, poiché essi influenzano sia la psiche sia il fisico; un flusso squilibrato di energia può causare disturbi od alterazioni dì carattere psicologico con consequenziale insorgenza di diverse patologie a livello fisico.
principali chakra sono 7, e sono composti di un vortice anteriore ed uno posteriore fatta però eccezione per il primo ed il settimo chakra, che invece sono singoli.
Quasi tutti "vedono" e "sentono" i chakra come degli imbuti che roteano e contemporaneamente fanno scorrere l'Energia avanti ed indietro. Ecco perché nell'iconografia orientale (ma anche in quella occidentale) essi sono sempre stati rappresentati così.

Abbiamo detto che i sette chakra principali sono tutti doppi, hanno cioè una corrispondenza posteriore al loro aspetto anteriore, fatta però eccezione per il primo ed il settimo chakra, che invece sono singoli. Dal Secondo al Quinto chakra, l'aspetto anteriore si relaziona con i sentimenti e con le emozioni, mentre quello posteriore con la volontà. Per quanto riguarda il Sesto (anteriore e posteriore) ed il Settimo, la correlazione è con la mente e la ragione. Il Primo ed il Settimo chakra hanno inoltre l'importantissima funzione di collegamento per l'essere umano: essendo i chakra più esterni del canale energetico, essi hanno la caratteristica di relazionare l'uomo con l'universo da un lato e con la terra dall'altro.
Il perfetto funzionamento del sistema energetico è sinonimo di buona salute e, di conseguenza, la totale apertura di tutti i chakra consente di raggiungere quel livello energetico che i grandi maestri orientali chiamano "Illuminazione".
Per "aprire" i chakra esistono molte tecniche diverse, perché diverse sono le persone ed il loro stato di coscienza.
Sono perlopiù basate, sulla meditazione, sulle pietre e i cristalli, su esercizi e movimenti fisici, sul massaggio, sui colori, sugli aromi. Ogni chakra sovrintende a determinati organi ed ha particolari funzioni a livello emotivo, psichico e spirituale.

sito da visitare: www.alkaemia.it
 

Membri (188)

 
 
 

SCUOLA del Vivere in Positivo

PER INFO CHIAMARE IL 334/3238702
oppure inviare richiesta a viverepositivo@yahoo.it

Membro Organizzativo della Association for Coaching, Italy una delle due maggiori Associazioni di settore a livello internazionale che riunisce oltre 5000 Coach in tutto il mondo in 48 Paesi


Per info viverepositivo@yahoo.it

Contatti 334/3238702

Il Blog di Judith Faulkner

Blog di Judith Faulkner
Powered by Conduit Mobile

Blog di Judith Faulkner

Guest House"La dolce villa"

Clicca sul LinkInserzioni pubblicitarieInserisci un tuo banner nel sito Vivere Positivo

Per  informazioni

cell.
334/3238702

oppure invia una email a:


viverepositivo@yahoo.itSei appassionato/a di Giappone e Culture Orientali?

Vuoi imparare il Giapponese?

Visita allora il sito:

www.SakuraMagazine.com




Cicli Zarma   è un marchio che firma uno stile di vita sportiva all’insegna di un’attività svolta con passione, determinazione


 E’ ITALIANISSIMA.

Cicli Zarma….un marchio che vive dal 1927 ci puoi trovare in:via Roma,185

35027 - Noventa Padovana

PADOVATel. 049.625184

Fax 049.8932360

Compleanni

Compleanni di domani

© 2018   Creato da Domenica.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio